Residenziale

Gestalt e Tradizione Indigena Maya

 
“La cosa più grande cui può aspirare una persona è conquistare la totalità di sé”
Don Juan Matus

 

In molte tradizioni indigene si crede che gli sciamani siano persone malate che hanno imparato a curarsi. Il contatto con il dolore ha fatto si non solo che apprendessero come curare se stessi ma che sviluppassero anche il potere di curare gli altri.

Partiremo, con la nostra storia, per un viaggio verso il nostro cuore e verso i luoghi più sconosciuti ed ignorati della nostra vita in cui abbiamo preteso di dimenticare i nostri dolori, le ferite della nostra esistenza senza renderci conto che così facendo, l’unica cosa che abbiamo ottenuto è stata di continuare ad essere affetti dal germe del malessere.

 

Impareremo dunque ad alleggerirci, scoprendo strumenti che possano aiutare affinché anche gli altri possano alleggerirsi a loro volta. La somiglianza tra la pratica sciamanica e la Gestalt sarà la cornice che sosterrà questo viaggio interiore fino all’incontro con la nostra saggezza ancestrale che si esprime attraverso la nostra guida e “nagual” (animale di potere), facilitando l’esperienza profonda del tanto anelato re-incontro con la nostra Anima o Essere.

Riconoscendo le nostre risorse personali, ciò che già abbiamo incorporato nel nostro essere e che non si potrà mai acquisire in nessuna accademia o università, se impareremo ad utilizzare tutto questo per sanare noi stessi allora impareremo anche ad aiutare gli altri.

 

Condotto da

Gerardo Ortiz
Psiclogo clinico, formato in Messico, specializzato in Terapia della Gestalt, Terapia Psico corporale e Terapia Olistica. Master in Orientamento e Sviluppo Umano, collabora nell’organizzazione del Programma Sat Educazione in Messico ed è direttore del Centro di Psicoterapia “Yut O’ntonal”. Formato in Movimento Autentico con Betina Waissman, è terapeuta del Programma SAT in Messico, Chile, Argentina, Uruguay, Perù, Spagna e Italia. Direttore della Scuola Gestalt Viva Claudio Naranjo in Chapas e Direttore Accademico della Scuola Gestalt Viva Claudio Naranjo in Perù. Allievo e diretto collaboratore del Dottor Claudio Naranjo.

Josefa Kirvin Kulix
Indigena tsotsil maya del Chiapas, Messico.
Dall’età di 13 anni presta il suo servizio come sciamana in molti gruppi della sua cultura. Si occupa di medicina tradizionale tsotsil del calendario maya, lettura e conoscenza del sacro fuoco del calendario maya, lettura dei Nawales. Da molti anni conduce workshop in cui si occupa della cura delle donne. Protettrice del proprio popolo, della madre terra e del suo benessere, conduce anche gruppi di aiuto attraverso l’uso di piante medicinali, lavorando alla chiamata dell’animale di potere. Ha insegnato per molti anni presso l’Università Rafael Landivar, Guatemala. Si occupa di accompagnamento dei migranti, è promotrice della salute attraverso l’uso di piante naturali, tradizionali del Chiapas. Si è formata nel programma SAT, diventandone collaboratrice in Chiapas e Messico dove si è anche formata nella terapia Gestalt viva di Claudio Naranjo e nella terapia psico corporale.
Attualmente, a causa di problemi legati al suo essere difensore della Madre Terra che la mettono in pericolo, non vive più nella sua comunità. Fa parte di una tribù Inipi Cuernavaca.

 

 

Presso Spazio ISSO ES, nell’incantevole cornice Umbra, vicino ad Assisi

L’arrivo all’agriturismo è il 19 Luglio entro le 19:00
Obbligatoria la prenotazione entro i 15 Maggio -numero limitato-

 

Costo del lavoro 150€ + 10€ tessera associativa
Costo dell’agriturismo 120euro in stanze doppie

 

Prenotati scrivendo a info@atmos-artiterapeutiche.it
O telefonando nel pomeriggio il lunedì e venerdì al 065121701



Quando:

20 Lug 2019 - 21 Lug 2019

Orari:

10:00 - 14:00