cora 2 ok B-N
Workshop

Caos Sensibile

La materia, il pensiero, le emozioni, l’energia ed il suono vibrano. Il corpo è pura coscienza e nelle sue cellule sono inscritti archetipi e memorie ancestrali. Attraverso la danza è possibile esperire la realtà libera dal tempo e dallo spazio, nell’eterna onnipresenza del qui ed ora.

L’Essere è in uno stato di perenne divenire, così come ci insegna la natura, e nel contempo, in esso non ha luogo alcun cambiamento o movimento. Entrare in uno stato di continua trasformazione, pieno di vibrazione, danzando molteplici forme diverse e lasciando che le forme divengano espressione dell’anima; vivere la vibrante immobilità, come un movimento sottile, impercettibile.

Permettere alla danza di emergere naturalmente, come si respira, lasciandosi danzare. Rendere ampio il respiro entrando in un’interiorità che tutto abbraccia. Puoi danzare la bellezza di ogni manifestazione della vita, le memorie personali e universali che emergono.

Creare il proprio rito, atto poetico o performance e donarlo con amore.

Getta il pieno nel vuoto e lascia che il vuoto pervada il pieno!

 

Cosa significa il corpo insegna ? Spesso il corpo è dimenticato, utilizzato, esageratamente valorizzato o svalorizzato, oggettivato, perseguitato dai nostri ideali e progetti… ecc . Appena gli viene data la possibilità di essere ascoltato e di esistere nella sua semplicità il corpo ha tanto da insegnarci . Si potrebbe dire che è l’ascolto che insegna . L’ascolto non è qualche cosa da apprendere, ci si piomba dentro . Una delle possibili porte è la pratica sensoriale e la percezione. La percezione è educabile e la pratica percettiva incrementa la presenza a sé. Di cosa ha bisogno un interprete o un danzatore o un attore o un terapeuta o una persona che fa qualsiasi altro mestiere per essere funzionale, leggero, semplice, poetico in qualunque cosa faccia se non di una presenza al proprio corpo e in relazione all’ambiente ? Stabilire le condizioni perché una pratica percettiva possa aprire all’ascolto . Il resto è mistero da esplorare e poesia da comporre in gesti .

 

Condotto da Cora Steinsleger

Nasce a Città del Messico nel 1972. Diplomata presso la ENA (Escuela Nacional de Arte) di Cuba. Danzatrice, coreografa, pedagoga percettiva, nel 1992 dedica un anno di perfezionamento alla disciplina del teatro-danza in Germania presso la Folkwang Hochschule di Essen condotta da Pina Bausch. Approfondisce la conoscenza della medicina cinese, filosofia, arti marziali, seguendo per anni gli insegnamenti del maestro Francisco Yang. Dal 1998 inizia lo studio e la pratica della disciplina Yoga Zen e Hatha yoga prima nella scuola di Maiso shiatzu Oki Do Shudojo a Roma, poi seguendo i corsi con Shiva Rea. Attualmente frequenta la scuola di formazione per insegnanti di Danza Sensibile di Claude Coldy. Operarore craniosacrale biodinamica, da 20 anni insegna e dirige corsi di yoga, movimento sensoriale e lavoro su di sé, continuando a creare nella danza. Allieva e collaboratrice di Claudio Naranjo. Negli ultimi 9 anni segue l’insegnamento e la pratica di Daniel Odier.

 

Costo 130€ compresa tessera associativa

Obbligatoria la prenotazione entro il 20 Marzo -numero limitato-

Prenotati scrivendo a info@atmos-artiterapeutiche.it
O telefonando nel pomeriggio il lunedì e venerdì al 065121701



Quando:

06 apr 2019 - 07 apr 2019

Orari:

10:00 - 18:00


Dove
YWCA